Addio a Moretti, papà di Tutto il calcio

serie a anni 60Non sempre le Notizie calcio nazionale riguardano le squadre e i loro successi. Purtroppo con il passare degli anni ci stanno dicendo addio tantissime personalità di questo mondo, così ampio e variegato. Nel maggio del 2017 è stato Guglielmo Moretti a dirci addio, alla veneranda età di 96 anni.

Chi era Moretti

Guglielmo Moretti ha avuto una lunga carriera in RAI, come radiocronista sportivo. Fino al 1976 ha condotto Domenica Sport, dalla radio RAI. La sua carriera è terminata nel 1984, dopo aver svolto il ruolo di caposquadra per i cronisti radiofonici durante i Giochi Olimpici di Los Angeles. Per vari anni in seguito fu il capo del pool sportivo dei radiocronisti RAI. Insieme ad alcuni collaboratori ideò la trasmissione Tutto il calcio minuto per minuto, che nei decenni ha conquistato tantissimi appassionati di calcio, che potevano ascoltare alla radio tutte le partite che si tenevano nel corso della giornata di domenica. La trasmissione fu ideata da Moretti nel 1959 e la sua trasmissione continua ancora oggi. Le punte di maggiore ascolto si ebbero però in passato, quando in pratica non esisteva alcuna trasmissione concorrente e il calcio in TV non era ancora disponibile.

La vita di Guglielmo Moretti

Lo ricordiamo tutti come uno dei più grandi cronisti di calcio, ma la sua vita racchiude anche episodi particolari ed attività rocambolesche. Nato nel 1920, già a 16 anni diviene pilota d’aereo e negli anni ’40 parte volontario nella seconda guerra mondiale. Al termine del conflitto svolge diverse attività, per arrivare solo negli anni ’50 al giornalismo. In RAI sono ancora molti coloro che lo ricordano, anche perché la sua esperienza nella rete pubblica è durata per vari decenni, fino al 1984. Al lavoro era una persona instancabile, che richiedeva serietà e dedizione anche dai collaboratori, che lo ricordano come capo severo ma affettuoso. La sua esperienza di radiocronista è servita per aiutarlo ad insegnare a schiere di suoi successori: Enrico Ameri, Sandro Ciotti, Nicolò Carosio, Beppe Viola. Tutte personalità nate grazie all’aiuto ed agli insegnamenti di Guglielmo Moretti. Sopravvissuto a molti suoi colleghi più giovani Moretti ha continuato per vari decenni a collaborare con la RAI e ad ideare e spingere programmi radiofonici e televisivi riguardanti il calcio. Del resto questa ormai era la sua vita, vissuta comunque appieno, approfittando di tutte le occasioni che ha potuto trovare sulla sua strada.  Un genio che ha inventato le radiocronache.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*