Box e posti auto, ecco come stanno andando le vendite

Stando a quanto suggeriscono gli ultimi dati forniti dall’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, nel corso del II trimestre 2017 le compravendite di box e di posti auto nel mercato italiano avrebbero superato quota 85 mila unità, con un rialzo del 2,7 per cento rispetto a quanto era stato fatto registrare nel corso del II trimestre del 2016. La crescita più sostenuta si è registrata nelle regioni centrali, che hanno portato in dote un tasso del 4,5 per cento anno su anno, mentre nelle Isole gli scambi si sono ridotti del 4,3 per cento su base annua.

Peraltro, come già accaduto diverse volte negli ultimi anni, si noti come l’andamento complessivo sia la sintesi di prestazioni molto differenti tra i capoluoghi, che hanno chiuso con un segno negativo, e i centri minori, che hanno invece chiuso con un segno positivo seguito da un 4 per cento.

Complessivamente, in assoluto i risultati peggiori si sono avuti nei capoluoghi del Nord Est e nei comuni più piccoli delle Isole, che hanno fatto registrare delle perdite intorno al 6 per cento. Per quanto attiene poi i dati sulla superficie scambiata, emerge come questa tipologia di immobili abbia alimentato più di 1,8 milioni di metri quadri nel trimestre, con una dimensione media che si aggira intorno ai 21 metri quadri.

Soffermandoci solo sulle grandi città, evidenziamo come gli scambi di box e posti auto si mantengano sostanzialmente stabili nel corso del trimestre, su base annua, con poco più di 11.000 unità compravendute. A Napoli e Firenze le prestazioni migliori, con aumenti rispettivamente pari al 23,1 per cento e del 18,3 per cento, mentre le peggiori sono Palermo e Bologna con un calo intorno al 10 per cento su base annua.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*