Il certificato di agibilità: che cos’è e come si ottiene

casa-abitabileEsistono numerosi dubbi sul certificato di agibilità, anche perché fino ad alcuni anni fa tale documento era rilasciato solo per immobili non adibiti ad abitazione. Oggi il certificato di agibilità riunisce in sé anche quello di abitabilità, si applica quindi a qualsiasi immobile.

Certificato di agibilità, come e quando

Tutte le abitazioni di nuova costruzione, o che sono state sottoposte a modifiche sostanziali, ampiamenti, sopraelevazioni o sostituzione degli impianti devono avere un nuovo certificato di agibilità. Il proprietario, o il direttore dei lavori o il titolare dei documenti di inizio dei lavori devono richiedere tale certificato entro 15 giorni dal termine dei lavori. Contravvenire a tale obbligo di legge rende passibili di una sanzione pecuniaria.

La documentazione

Per ottenere un certificato dia agibilità si devono presentare preso l’ufficio dell’edilizia del comune in cui si trova l’immobile una serie di documenti essenziali. Si tratta delle dichiarazioni di termine dei lavori e dell’avvenuta asciugatura delle pareti. L’immobile deve possedere poi tutta la documentazione di legge che riguarda le ristrutturazioni o le costruzioni in genere, come ad esempio l’accatastamento dell’edificio, la conformità rispetto al progetto presentato presso gli uffici comunali, la conformità per quanto riguarda le barriere architettoniche, l’attestato di prestazione energetica, le dichiarazioni di conformità dei vari impianti installati ex novo o modificati. Tutti questi documenti informano il comune sulla corretta costruzione o ristrutturazione dell’edificio.

Come presentare la richiesta

Visto che è importante avere tutta la documentazione corretta, è bene effettuare la richiesta del certificato di agibilità attraverso l’aiuto di un professionista del settore; questo permette di consegnare subito tutto ciò che è necessario, o anche di reperire rapidamente qualsiasi tipologia di documento da presentare. Inoltre un tecnico esperienziato può anche essere in grado di mostrare le parti dell’immobile ancora non conformi alle leggi, dove si potrebbero apportare delle migliorie, in vista di ottenere con totale certezza il certificato.

Tempistiche

Nonostante ogni singolo comune abbia le sue personali tempistiche, per ottenere un certificato di agibilità in genere non è necessario attendere tempi biblici. Dopo aver presentato tutta la documentazione necessaria si devono attendere 30 giorni per ottenere il certificato, 60 se la conformità alle norme igieniche è stata dichiarata tramite autocertificazione. Trascorso questo tempo la certificazione si intende acquisita, tramite il silenzio assenso, visto che il comune non ha risposto entro i termini prescritti dalla legge. Durante i 30-60 giorni l’ufficio tecnico del comune può richiedere la presentazione di ulteriore documentazione, o anche effettuare un’ispezione della struttura.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi