Fibromialgia, cos’è e quali sono i suoi sintomi

La fibromialgia è un termine usato per descrivere il dolore diffuso del sistema muscolare, con eziologia sconosciuta. Proprio questa caratteristica può far sentire i pazienti frustrati poiché non riescono a individuare la causa della propria condizione.

Ma quali sono i sintomi più comuni che sono associati alla fibromialgia?

Stanchezza generalizzata

La stanchezza generalizzata è uno dei sintomi più comunemente osservati nella fibromialgia. Non è poi così sorprendente se si considera il fatto che si può stare male per tutto il giorno, e che la stanchezza è un modo che il corpo ha per segnalare e far sapere che hai bisogno di riposare per guarire. Lo sfortunato effetto collaterale della fibromialgia è che il dolore non si ferma nemmeno quando ci si riposa. Questo può portare ad avere problemi a rimanere addormentati la notte.

Difficoltà a dormire

Ci sono altri aspetti della fibromialgia che possono rendere problematico dormire a sufficienza. Le gambe senza riposo e i problemi a rimanere addormentati sono abbastanza comuni. L’apnea del sonno potrebbe essere una delle cause che non permettono di dormire abbastanza la notte e questo a sua volta porta a sentirsi esausti durante il giorno. Il medico potrebbe comunque essere in grado di aiutare a trattare alcuni di questi sintomi man mano che si manifestano.

Disturbi dell’umore

Disturbi dell’umore, depressione e ansia sono anche sintomi comuni di fibromialgia. Questo potrebbe essere causato dalla condizione stessa o essere un effetto collaterale di essere in costante dolore. L’esaurimento può anche avere un ruolo nello sviluppo di un disturbo dell’umore. Il dolore può essere la ragione di fondo della tua incapacità di concentrarti sul compito da svolgere.

Origine sconosciuta del dolore

Il dolore della fibromialgia è spesso diffuso e cronico. Può sembrare che i nervi siano fuori controllo e questo può lasciare debilitati e incapaci di svolgere le tue attività quotidiane. Potrebbe esserci stato un evento, come un trauma, che ha scatenato i tuoi sintomi. In alcuni casi, il dolore si è manifestato gradualmente e si è accumulato nel tempo. Ci possono essere delle prove a sostegno della teoria secondo cui alcuni soggetti affetti da fibromialgia hanno una condizione neurologica.

Si consiglia di consultare un medico per aiutare a sviluppare un protocollo di gestione del dolore. Il controllo del dolore può aiutare a migliorare alcuni degli altri sintomi comuni alla fibromialgia.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi