Mangiare bene per stare in salute

vegetables-1212845_960_720Ormai è da più parti confermato che mangiare bene possa migliorare la nostra salute. Sono tanti gli alimenti che ogni giorno possono favorire il nostro benessere fisico; alcuni sono dei veri e propri toccasana, altri invece contengono semplicemente nutrienti importanti per il nostro benessere fisico. È proprio vero quindi che la salute comincia a tavola, con la scelta di ciò che prepariamo ma anche di come lo cuciniamo.

Prima di tutto le verdure

Tra gli alimenti che ci fanno star bene i vegetali sono in testa a tutte le classifiche. Le motivazioni sono varie, a partire dall’elevato contenuto di Sali minerali, vitamine e fibre. I primi sono importanti per l’equilibrio del nostro metabolismo e, insieme con le vitamine, permettono alla fisiologia umana di funzionare al meglio. Nella dieta quotidiana non è necessario assumere quantità enormi di Sali minerali e vitamine, anzi in certi casi questo può essere un comportamento dannoso. L’importante è che la nostra dieta sia varia e che contenga una buona quantità di tutte le vitamine e i Sali minerali di cui abbiamo bisogno. Le fibre sono invece gli spazzini del nostro sistema digerente; il loro transito migliora la motilità intestinale e rende più rapido lo svuotamento dell’intestino, garantendo un’ottima regolarità.

Scegliere e cucinare le verdure

Perché le verdure esplichino al meglio le loro proprietà nutrizionali è importante scegliere e cucinarle nel modo migliore. Per quanto riguarda la frutta il modo migliore per assumerla è a crudo; le verdure invece necessitano di essere preparate, non tutte però. Alcune si possono mangiare esclusivamente cotte, si pensi ad esempio alle patate o alle melanzane, che da crude possono risultare tossiche, oltre a non avere un buon sapore. Altre invece è meglio mangiarle crude, magari grattugiandole o tagliandole a fettine sottili; questo tipo di preparazione infatti prepara le cellule vegetali, in modo che sia più semplice per il nostro organismo trarne le vitamine contenute all’interno delle cellule vegetali. Un’altra indicazione che molti nutrizionisti danno è quella di consumare preferibilmente verdure e frutta di stagione; da un lato infatti far arrivare prodotti fuori stagione sulle nostre tavole contribuisce in modo importante all’inquinamento ambientale. Dall’altro lato una pesca matura può contenere più vitamine rispetto a una raccolta acerba da vari giorni.

Gli alimenti da evitare

Ci sono poi una serie di alimenti che sarebbe opportuno consumare con moderazione. Stiamo parlando in primis di zuccheri semplici, di qualsiasi genere, e sale marino. Oltre a questo andrebbero limitati anche carni rosse, prodotti industriali molto elaborati, insaccati, salse di vario genere, fritti e alimenti cotti ad elevata temperatura. Se consumati saltuariamente, poniamo ad esempio una volta al mese, il problema è ovviamente minore. La salute ne risente quando questi alimenti diventano parte integrante della dieta quotidiana. Fermo restando poi che oltre ad un’alimentazione sana è importante anche evitare di mangiare alimenti bruciati, ma anche di abbuffarsi troppo spesso, o annaffiare i pasti con alcolici, comunque dannosi per la salute. Oltre a questo, ovviamente anche l’attività fisica fa la sua parte, la vita sedentaria è infatti tra le peggiori abitudini per il nostro organismo.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi