Petrolio, come cambiano gli stock americani

Il dipartimento di energia degli Stati Uniti (DOE) ha dichiarato che nel corso della scorsa settimana gli stock di greggio negli Stati Uniti sono diminuiti molto più del previsto, con una flessione di 5,12 milioni di barili al giorno (mb) a 442,99 mb (-1,1 per cento su settimana, -8,3 per cento su anno), rispetto al consenso che vedeva una contrazione di 2,89 mb. A Cushing, gli stock sono diminuiti di 3,32 mb, a 52,24 mb (-6,0 per cento su settimana, -21,4 per cento su anno).

Gli stock di benzina negli Stati Uniti sono invece cresciuti molto più del previsto, espandendosi da 5,66 mb, a 226,55 mb (+ 2,6 per cento in settimana ma -1,5 per cento in anno), mentre le stime erano di una espansione di 2,30 mb. Le scorte di distillati sono inaspettatamente calate di 1,37 mb, a 128,08 mb (-1,1 per cento su settimana e -17,9 per cento su anno), contro aumento di 1,20 mb.

Durante le ultime quattro settimane, il prodotto totale fornito è stato pari a 19,84 mb (+ 2,1 per cento anno su anno), la benzina fornita era di 9,08 mb (+ 1,6 per cento anno su anno), l’olio combustibile distillato fornito era di 4,01 mb (+ 2,3 per cento anno su anno). Le importazioni commerciali degli Stati Uniti sono aumentate di + 2,2 per cento su settimana e stabili su anno. La produzione americana ha continuato a espandersi, aumentando di 73 mb a 9.780 mb / g (+ 0,8 per cento su settimana e + 11,2 per cento su anno), per il più alto livello di produzione settimanale da quando gli Stati Uniti hanno iniziato a raccogliere dati nel 1983.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*