Quali documenti servono per chiedere un prestito?

prestiti e denaroPer richiedere un prestito ed avviare la procedura necessaria dobbiamo avere una documentazione che ci dà accesso al finanziamento richiesto.

Quali sono i documenti di cui abbiamo bisogno? Si tratta di documentazione atta ad identificare il cliente e attestarne la condizione lavorativa e reddituale. La documentazione può cambiare in base al tipo di prestito richiesto e/o ai parametri posti dalla ciascuna banca o istituto finanziario.

Di qualsiasi prestito si tratti, ai fini delle misure antiriciclaggio, è sempre necessario dotarsi e fornire una documentazione fiscale o personale, completa che comprenda anche un documento d’identità valido o la patente di guida, ed il Codice fiscale. Non hai a portata di portata di mano questo codice? Puoi utilizzare il calcolatore del codice fiscale e sapere subito di quali cifre e numeri si compone il tuo…

Tornando al prestito personale, la documentazione necessaria cambia in relazione alla condizione lavorativa della persona che chiede il finanziamento. Ad esempio i lavoratori dipendenti devono presentare l’ultima o le ultime due buste paga e probabilmente anche il Cud. Invece, ai lavoratori autonomi viene richiesta l’ultima dichiarazione dei redditi (730 o Modello Unico); ai pensionati l’ultimo cedolino o il modello Obis M se INPS, che riproduce tutte le informazioni sulla tipologia di pensione.

Tutti sono obbligati in ogni caso a comunicare e ad inoltrare copia di altri finanziamenti in corso. A volte sono anche richieste le copie delle bollette di utenze quali acqua, gas e luce, per verificarne la regolarità. Se si sceglie un prestito finalizzato, ovvero relativo all’acquisto di un bene o servizio, è necessario presentate un preventivo della spese da affrontare a conferma, oltre ai documenti personali e reddituali.

Uno specifico tipo di finanziamento, destinato ai lavoratori dipendenti con contratto a tempo indeterminato o ai titolari di pensione Inps o Inpdap, è la cessione del quinto.

La cessione del quinto poggia sul meccanismo di estinzione del debito mediante la trattenuta mensile delle rate direttamente dallo stipendio o dalla pensione per una quota pari ad un quinto del loro valore. Per richiedere ed ottenere questa tipologia di prestito sono necessarie una dichiarazione della quota cedibile, che si può richiedere all’istituto di previdenza, ed il certificato dello stipendio rilasciato dal datore di lavoro che ha al suo interno tutte le informazioni necessarie – anzianità, Tfr, paga mensile, etc… Serviranno, poi, ma per prassi, anche tutta la documentazione fiscale e reddituale.

Chiedere un finanziamento non ne garantisce l’ottenibilità, condizione soggetta alla valutazione caso per caso di ogni singolo utente.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi