Forex, la Boj “spegne” la voglia di stupire della Fed?

soldi cuoreTra poche ore i dubbi saranno sciolti, ma almeno per il momento appare essere particolarmente incerto l’esito della riunione della Federal Reserve di settembre, in conclusione. Dopo che ad agosto il Comitato del massimo istituto banchiere statunitense aveva iniziato a preparare un rialzo in tempi brevi, i dati deboli delle ultime settimane hanno riportato dubbi sulla ri-accelerazione della crescita attesa per il 2° semestre.

Pertanto, nonostante la complessiva lettura sullo scenario macroeconomico rimanga positiva, con ulteriore riduzione delle risorse inutilizzate sul mercato del lavoro, graduale rialzo dell’inflazione e rischi bilanciati per una crescita intorno al potenziale (2 per cento), è possibile che, anche alla luce delle sorprendenti manovre della Boj, la Fed possa scegliere di prolungare ulteriormente il suo attuale quadro dei tassi, rinviando invece i rialzi a fine anno.

I discorsi più recenti dei membri del Comitato direttivo della Fed segnalano intanto, da una parte, un’ampia dispersione di opinione e che il caso per settembre non è chiuso e, dall’altra, che un rialzo entro fine anno rimane lo scenario centrale per la maggioranza dei partecipanti al FOMC. In un simile contesto, senza particolare urgenza per una mossa al rialzo, è molto probabile che il FOMC possa mantenere i tassi fermi, con un comunicato finale che preparerà il mercato all’arrivo di un rialzo entro dicembre e, molto più probabilmente, proprio nel corso dell’ultima riunione dell’anno, piuttosto che nella precedente occasione di novembre, che allo stato attuale figurerebbe come troppo a ridotto dell’evento clou del mese, rappresentato dalle elezioni presidenziali USA.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi