Campari chiude 2016 con risultati in linea con le attese

Campari ha annunciato di aver chiuso l’esercizio 2016 forte di un utile netto in flessione del 5,2 per cento a quota 166 milioni di euro, e con ricavi in crescita del 4,7 per cento a 1.726,5 milioni di euro. Risultati che hanno sostanzialmente rispettato le attese di consenso: l’EBIT rettificato è stato invece pari a 352,5 milioni di euro, in aumento del 6 per cento, pari al 20,4 per cento delle vendite.

Per l’esercizio in corso l’amministratore delegato Bob Kunze-Concewitz ha previsto una continua espansione del margine operativo lordo e, in aggiunta, altresì un incremento dei costi pubblicitari e di struttura, specialmente nel corso della prima metà del 2017, con presumibili impatti sul fronte dell’EBIT.

Tra le società che nel corso degli ultimi giorni hanno diramato i loro risultati di periodo annoveriamo anche la buona forma di Moncler, che ha annunciato di aver registrato, nel corso del 2016, un utile netto di gruppo di 196 milioni di euro, contro i 167,9 milioni di euro del 2015, e un fatturato di 1,04 miliardi di euro, in crescita del 18 per cento a tassi di cambio costanti e correnti. Alla luce di questi buoni risultati, il consiglio di amministrazione ha proposto la distribuzione di un dividendo pari a 0,18 euro per azione, per complessivi 45 milioni di euro. Ancora, rileviamo come l’EBIT rettificato è salito a 313,4 milioni di euro dai 264,1 milioni di euro dell’esercizio 2015, con un’incidenza sui ricavi del 30,1 per cento.

Sul fronte patrimoniale, rileviamo invece come la posizione finanziaria netta si sia attestata a 105,8 milioni di euro

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*