Come risparmiare sul riscaldamento di casa

radiatoreSecondo voi risparmiare sul riscaldamento è possibile? C’è chi pensa che per ottenere questo tipo di risparmio si debbano fare i conti con condizioni climatiche proibitive all’interno dell’abitazione. In realtà risparmiare per le spese di riscaldamento della casa è veramente possibile, soprattutto nel caso in cui si disponga di un impianto autonomo, per cui le scelte si possano effettuare in totale autonomia.

Un uso ottimale del riscaldamento

Il primo risparmio sul riscaldamento della casa si effettua riscaldando in modo corretto le varie stanze. L’utilizzo di un termostato programmabile è d’obbligo, soprattutto nel caso in cui si disponga di un impianto che permette di suddividere la casa in due settori: uno per la zona giorno, uno per le camere da letto. Grazie ad un termostato si può mantenere una temperatura bassa, mai inferiore però ai 15-17°C, durante la notte e mentre non si è in casa; mentre nelle ore serali, o anche durante il giorno, si può attivare l’impianto, per aumentare la temperatura. Spegnere totalmente il riscaldamento nelle ore notturne è spesso deleterio: al mattino la temperatura potrebbe essersi abbassata moltissimo, cosa che può portare la caldaia ad impiegare molte ore prima di apportare il necessario calore ad aumentare la temperatura in tuta l’abitazione.

Mantenere l’impianto in perfetto stato

Nel corso degli anni la tecnologia fa sempre passi da gigante, in ogni ambito, anche in quello che riguarda gli impianti di riscaldamento. Oggi sono disponibili apparecchiature che consentono un elevato risparmio sulle spese mensili. Si va dalle stufe a pellet fino agli impianti di riscaldamento a pavimento; la scelta è molto ampia e, se si possiede un impianto di vecchia generazione, a volte anche la semplice sostituzione della caldaia, con quelle nuove a condensazione, permette un risparmio mensile molto elevato. In pratica nel corso di pochi anni ci si ripaga l’intervento di ristrutturazione.

La coibentazione dell’edificio

La principale problematica che riguarda il riscaldamento che si riscontra nelle vecchie case riguarda l’isolamento verso l’esterno. Le pareti non coibentate e gli infissi senza doppi vetri e scarsamente isolanti permettono un continuo scambio termico tra interno della casa e ambiente esterno. In pratica oltre a riscaldare la nostra abitazione forniamo calore anche al giardino o alla strada vicina. Per evitare che ciò avvenga predisporre una migliore coibentazione è una fase importante, che in alcuni casi permette addirittura di dimezzare le spese per il riscaldamento. Tali interventi in Italia godono anche di interessanti sgravi fiscali.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi