Eurozona, migliora (di poco) la fiducia

money-891747_960_720Sono stati recentemente pubblicati i dati relativi all’indice di fiducia e ai PMI in area euro. Dati che hanno rispettato le attese della vigilia, mostrando tuttavia uno scenario di cauto ottimismo per il prossimo futuro. In particolar modo, il PMI composito area euro è stato confermato a 52,6 punti a settembre in calo da 52,9 punti. L’indice per i servizi è stato rivisto al rialzo di un decimo a 52,2 punti, influenzato dal fatto che l’indice per la Germania è stato rivisto a 50,9 punti da una stima preliminare di 50,6 punti. Tuttavia, il PMI servizi francese è stato ribassato a 53,3 punti da 54,1 punti della stima flash.

Risultano in calo anche i PMI servizi Spagna (54,1 punti da 54,8 punti) e Italia (50,7 punti da 52,3 punti). Il PMI composito è calato principalmente in Spagna 54,7 punti da 56,0 punti, il ché indica che l’economia continua a crescere, ma ad un ritmo meno solido rispetto al +0,8 per cento trimestre su trimestre del 2° trimestre. Il PMI composito è calato meno in Germania (52,8 punti da 53,3 punti) e Italia (-0,8 punti a 51,1 punti) dove però livello di partenza era più basso. Solo in Francia, il PMI composito è migliorato a settembre a 52,7 punti da 51,9 punti. Gli indici PMI hanno tracciato un quadro meno positivo rispetto agli indici di fiducia nazionali.

La crescita e la fiducia sembrano pertanto essere in miglioramento, ma molto tenue. In autunno la situazione potrebbe migliorare, ma per averne conferma bisognerebbe attendere i primi dati di ottobre…

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi