Quanto costa un impianto dentale

3 dental-staffNon è facile parlare di costi quando si tratta di impianti dentali. Stiamo infatti parlando di un tipo di intervento necessariamente personalizzato, per il quale il costo dipende da una lunga serie di fattori. Ogni impianto dentale è di fatto un prodotto a sé stante, che quindi necessita di uno o più interventi, di protesi fisse personalizzate, di un numero di visite che dipende dalla specifica situazione e anche di eventuali incontri con il paziente in numero variabile.

Cos’è un impianto dentale

Per meglio comprendere quali possono essere i costi di questo tipo di intervento è bene spiegare cos’è un impianto dentale. Stiamo parlando di un impianto endosseo osteointegrato; di fatto il dentista si occupa di inserire nell’osso, mascellare o mandibolare, un impianto metallico, su cui si posizionerà un supporto e il dente artificiale. Il sostegno viene, con il passare del tempo, riassorbito dall’osso, in modo da garantire a chi ha ricevuto l’impianto un perfetto funzionamento del dente e una sua buona stabilità. Di fatto con un impianto endosseo osteointegrato si può ricominciare a mangiare come se si avesse un dente originale, senza problemi neppure con alimenti molto duri o con la successiva pulizia. Questa soluzione è molto diversa rispetto a un impianto mobile o a un ponte, soprattutto qualora i denti vicini a quello impiantato siano in perfetta salute.

Come si effettua un impianto dentale

Prima di poter intervenire inserendo un impianto dentale l’odontoiatra deve effettuare delle verifiche, per controllare lo stato di salute dell’osso sottostante alla dentatura e dei denti circostanti. Solitamente gli impianti si effettuano su un osso sano, anche se questa tecnica permette di impiantare un supporto anche per il riempimento di lacune molto ampie, posizionando i supporto solo dove l’osso lo permette. È quindi necessario effettuare una serie di radiografie, che vadano a chiarire lo stato di salute delle ossa mandibolari e mascellari. In seguito sarà necessario effettuare delle impronte dentali, così come verificare la perfetta occlusione della bocca, permettendo ai denti delle due arcate di sovrapporsi in modo ideale.

L’intervento

Solo dopo aver ottenuto tutte le informazioni necessarie il dentista fisserà il giorno dell’impianto; si tratta di un vero e proprio intervento chirurgico, effettuato in sedazione leggera e con anestesia locale. La durata dell’intervento è variabile, da circa un’ora fino a oltre 2-3 ore, a seconda della situazione specifica. Durante l’intervento il dentista fissa dei perni in titanio o in zirconio all’interno dell’osso del paziente, per poi fissare sopra di essi un dente provvisorio. In seguito si preoccuperà di preparare dei denti definitivi, che siano perfettamente uguali, per colore, a quelli originali. Anche qui il tempo necessario per la preparazione dei denti definitivi dipende dal numero di denti e dalla loro dimensione: elementi che variano molto da soggetto a soggetto. Alcuni giorni dopo l’intervento il paziente riceverà i denti definitivi, che potrà utilizzare per diversi anni senza alcun problema. È chiaro che il costo di tutte le attività che abbiamo descritto può risultare importante, ma si deve considerare che un impianto endosseo osteointegrato può essere sfruttato per oltre un decennio, permettendo a chi lo indossa di non preoccuparsi più di nulla.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi